Braille editor una applicazione accessibile a tutti

Tag: Ausili per disabili e ricerca scientifica, Braille — lucio @ 10:11 am

Ecco un altro passo avanti della tecnologia per venire incontro alle esigenze di chi non vede!
Infatti sul sito di Iphone Italia, viene presentato un imput editor in braille, per facilitare i non vedenti ad usare le tastiere virtuali.
Perchè se a tal proposito la sintesi vocale Voiceover supporta chi ha una disabilità visiva, nel poter fruire di funzioni touch screen, va detto che comunque non è sempre facile usare le suddette.
Io stesso provando un i-pad qualche mese fà, ho incontrato parecchie difficoltà.
Ecco quindi che il nostro caro vecchio braille, ci viene in soccorso.
Grazie a un input editor, che mira proprio ad eliminare le difficoltà dell’utilizzo di comandi in touch screen.
Vi segnaliamo l’indirizzo della pagina web sulla quale potrete trovare dettagli in merito.
Per saperne di più, quindi clicca quì:
http://www.iphoneitalia.com/braille-input-editor-un-editor-di-testo-per-i-non-vedenti-301672.html


feb152011

volete leggere? Arriva il traduttore istantaneo del Braille

Tag: Braille — Petrit @ 12:15 pm

Da un paio di giorni è uscito un nuovo strumento che traduce le scritte in nero a scritte braile.
Con questo strumento i non vedenti E ipovedenti DIVENTANO Più INDIPENDENTI E NON C’è BISOGNO DI RINUNCIARE HO CHIEDERE AIUTO AI ALTRI PER DI LEGGERE.
Si tratta infatti di una specie di guanto hi-tech da applicare al dito capace di leggere i normali testi e trasformarli al contatto col polpastrello in contenuti Braille, facilmente riconoscibili per le persone capace di leggere questa tecnica di scrittura.

per più informazioni:


gen282011

È arrivata la nuova versione: “Braille Music Editor 2”

Tag: Braille — Petrit @ 10:05 am

con piacere vi avisiamo che è uscita la nuova versione del programma BME2 (Braille Music Editor 2).
BME2 è uno straordinario strumento che permette al musicista non vedente (amatoriale o professionista) di scrivere in autonomia spartiti musicali, controllarli, correggerli e stamparli in nero o in Braille.
Per saperne di più clicca quì:
http://www.bibciechi.it/notizie.htm


gen202011

Traduttore istantaneo in braille da indossare al dito ecco come migliorare la vita dei non vedenti!

Tag: Ausili per disabili e ricerca scientifica, Braille — lucio @ 9:44 am

Quella che stiamo per riferirvi, sarà senz’altro una innovazione davvero importante che segnerà una svolta epocale nella lettura dei non vedenti.
Infatti è stato ideato, un traduttore istantaneo in braille, che si indossa aldito indice della mano.
In pratica il non vedente appoggiando tale dispositivo su qualunque testo in nero, grazie ad un micro processore presente all’interno di tale traduttore, recepirà il contenuto del testo in codice braille.
Il traduttore, dovrebbe essere sul mercato, circa alla metà del 2012, e quindi potrà essere oggetto di ulteriori perfezionamenti, che lo potranno rendere ancor più efficace.
Se vuoi dettagli su questa novità tecnologica che potrà davvero cambiare il modo di leggere dei non vedenti, clicca quì:
http://www.pianetatech.it/hi-tech/elettronica/arriva-il-traduttore-istantaneo-al-braille-per-i-non-vedenti-indossabile-al-dito.html
Così potrai avere info che ti aiuteranno a capire meglio come questo dispositivo, potrà rendere possibile, anche ciò che oggi nonostante molti supporti tecnologici, risulta ancora non semplice come leggere un giornale.


giu172010

Arriva Music editor

Tag: Ausili per disabili e ricerca scientifica, Braille — patrizia @ 11:48 am

Il Sole 24 Ore del 17-06-2010

Music editor. Musica tutta da toccare

Spartiti in Braille. Anche i non vedenti possono comporre musica. Braille Music Kit è un editor che permette di trascrivere lo spartito in Braille, usando

la tastiera del computer. Fra le potenzialità principali, il software riconosce i segni musicali formato Braille, permette di ascoltare la musica scritta

e di convertire un file musicale scritto in Braille in un altro formato, stampabile. La gestione del testo musicale avviene tramite le classiche funzioni

apri, salva, chiudi di un word processor. Ideato da Arca Progetti, azienda specializzata nello sviluppo di software per disabili, Braille Music Kit si

basa sulle regole del Manuale Internazionale di Notazione musicale Braille dell’Unione Mondiale Ciechi.


mag052010

Il diritto alla lettura rivendicato dai nonvedenti

Tag: Audiolibri, Braille — patrizia @ 10:16 am

Dire del 04-05-2010

Il diritto di leggere: i non vedenti si appellano all’Europarlamento

BRUXELLES – I non vedenti e gli impossibilitati alla lettura hanno fame di libri e leggere è un diritto di tutti.

Purtroppo, pero’, solo il 5% dei libri pubblicati nei Paesi industrializzati e’ accessibile ai ciechi e a quelli che non possono leggere le normali pubblicazioni

su carta stampata. E nel Sud del mondo la percentuale scende a un imbarazzante 1%.

Per porre fine a questa carestia di libri accessibili, la World Blind Union, che rappresenta oltre 160 milioni di ciechi e ipovedenti in 177 Paesi, ha

presentato al Parlamento europeo un documento in cui si chiede che le leggi vigenti sulla proprieta’ intellettuale prevedano delle eccezioni per la distribuzione

non commerciale di libri in formato accessibile.

Fino ad ora, a occuparsi del problema sono – in modalita’ diverse da Paese a Paese – organizzazioni del terzo settore, volontari, cooperative e Onlus che

trascrivono i libri pubblicati in diversi formati (Braille, caratteri ingranditi, registrazioni in mp3 o in un formato ad hoc per i libri accessibili che

si chiama Daisy e che prevede la commistione fra file audio e testo in versione digitale). Il lavoro di scansione dei libri e loro correzione o quello

di registrazione e’ comunque lungo e non scevro da imprecisioni e non permette ai ciechi e agli ipovedenti di avere il libro con la stessa tempistica dei

normali lettori che lo comprano in libreria. Inoltre, solo una minima parte dei testi pubblicati riesce a essere prodotta in formato accessibile.

Ma c’e’ una via d’uscita? Si’, ed e’ anche piuttosto semplice: ogni libro pubblicato, ormai, prima di essere stampato e’ un file perfettamente rivisto

e corretto dagli editori. Allora perche’ non rendere i file dei libri disponibili ai non vedenti, ipovedenti e impossibilitati alla lettura? È proprio

questo quello che la World Blind Union, nel suo documento, chiede alla World Intellectual Property Organisation e agli europarlamentari, decision-maker

e funzionari europei. Il documento e’ gia’ stato appoggiato, all’interno dell’organizzazione mondiale che tutela la proprieta’ intellettuale, da Messico,

Brasile, Ecuador e Paraguay. Inoltre, la European Blind Union, che e’ partner nell’organizzazione del convegno di oggi a Bruxelles, chiede all’UE di intraprendere

un’iniziativa legislativa affinche’ anche nell’Unione Europea il diritto alla lettura sia un diritto universale.

(Dires – Redattore Sociale)


apr222010

La brochure “disabilità e lavoro” in braille

Tag: Braille — patrizia @ 10:33 am

Il Piccolo di Trieste del 20-04-2010

Una brochure “Disabili e lavoro” scritta in caratteri braille

TRIESTE. Sei puntini in rilievo su un foglio di carta spesso, 64 combinazioni che aprono ai non vedenti un mondo fatto di lettere dell’alfabeto, numeri

e perfino spartiti musicali. Al Centro per l’Impiego provinciale, l’assessore alle politiche attive del Lavoro Adele Pino ha presentato insieme al presidente

della Consulta provinciale Disabili Vincenzo Zoccano e il presidente della sezione triestina dell’Unione Italiana Ciechi Hubert Perfler, la brochure Disabili

e Lavoro trascritta in braille dall’Istituto regionale Rittmeyer per i ciechi. Una guida sintetica e precisa degli strumenti di integrazione al lavoro

offerti dal Centro per l’impiego: dal le modalità di iscrizione al collocamento mirato fino alle opportunità di tirocini formativi finalizzati all’assunzione.

«È la prima volta – ha dichiarato Pino – che nella regione Friuli Venezia Giulia viene realizzata una simile iniziativa, specificamente rivolta ai disabili

sensoriali». «L’obiettivo, attraverso l’accesso a tutte le informazioni – ha proseguito l’assessore – è favorire l’inclusione sociale promuovendo l’occupazione».

Soddisfatto Zoccano, colui che ha lanciato l’iniziativa accolta positivamente dalla provincia. «A Trieste i disabili sono 5 mila ed è importante – ha dichiarato

– dare piena fruibilità delle informazioni soprattutto in materia di lavoro, fondamentale nella vita di tutte le persone, disabili e non». «La scrittura

braille ha permesso universalmente l’integrazione – ha sottolineato Zoccano ricordando il 201 anniversario dalla nascita dell’inventore dell’omonimo codice

– portando i non vedenti dall’analfabetismo alle cattedre universitarie». L e nuove tecnologie informatiche, barra braille, software di ingrandimento e

sintetizzatore vocale, contribuiscono alla rivoluzione culturale in atto e forse questa volta invisibile ai normodotati. «A Pordenone – ha dichiarato Perfler

– esiste l’audioteca dell’UIC, dove donatori di voce, in maggioranza ex attori, leggono libri trasformandoli in mp3 o Cd.

Lorenza Masè


mar022010

Ogni sabato in edicola arriva Braille news

Tag: Braille — patrizia @ 11:45 am

Il Tempo del 27-02-2010

Ogni sabato con Il Tempo esce Braille News …

Ogni sabato con Il Tempo esce Braille News il primo e unico settimanale italiano di informazione per ciechi.

Un’avventura di successo che va avanti dal novembre 2007.

La sua ideatrice si chiama Caterina Ferrazza (presidente della cooperativa sociale Handy Sistems Onlus). Una donna che non vede, che vive su una sedia

a rotelle, che è moglie felice e madre premurosa di due figli. La dolce e vulcanica Caterina aveva proposto la sua idea a tutti i giornali italiani cercando

il sostegno di editori scettici fino a quando non ha incontrato quello del nostro giornale accompagnata da Sergio Marchi, all’epoca consigliere comunale.

Sino a quel giorno nessuno aveva compreso quanto valesse per un cieco sedersi e leggere un giornale, nutrire il proprio desiderio di stare nei fatti, di

sapere quello che tutti possono sapere. Per chi non vede ci sono pochi libri e molte costose strumentazioni d’avanguardia collegate a telefonini e computer.

I primi si riducono a qualche classico della letteratura. I secondi permettono traduzioni simultanee di articoli e di informazioni con suoni metallici

che dovrebero rappresentare una voce. La lettura è un’altra cosa. È terr ibilmente normale. Puoi leggere a casa, sul treno, dal dentista, al bar. Avere

accesso all’informazione scritta significa essere più forti, poter compiere scelte politiche ed economiche più consapevoli. Ci rende cittadini migliori.

Queste ultime non sono parole mie, ma di un giovane cieco che, elegantissimo, nella sua giacca tre quarti nera, camicia e bastone bianchi, partecipò alla

presentazione del Braille News a Palazzo Wedekind. Nella cartella stampa preparata dalla direttrice del settimanale, Francesca Datri, c’era un comunicato

e il numero zero del giornale. Matteo lo riconobbe subito, i puntini in rilievo (quelli che sfiorate ogni volta che usate l’ascensore) e cominciò a leggere.

Non voleva smettere. Le sue dita lunghe scorrevano sulla carta e il suo volto s’illuminava. Finalmente aveva fra le mani un giornale. Da quel giorno molte

cose sono cambiate. La cooperativa pubblica anche un mensile, Braille Music, il Comune di Roma e la Regione sostengono il progetto di Caterina Ferrazza

che dopodomani inaugurerà un capannone industriale a Pomezia lasciando il vecchio ufficio di Roma diventato piccolo. «Il Tempo» fornisce ogni settimana

la selezione di articoli e commenti. D’estate e a Natale escono i numeri speciali fra i quali hanno avuto grande successo quelli realizzati con gli articoli

scelti e redatti da Cinzia Tralicci sotto la sezione «La Roma dei Romani». In molte scuole, dalla Puglia al Veneto, gli insegnanti lo portano nelle classi

a sostegno degli alunni ciechi o ipovedenti. Braille News, che in abbonamento arriva in tutta Italia, si può trovare in ogni edicola della Capitale e del

Lazio. Basta indicare alla cooperativa o al nostro ufficio diffusione (06-675881) dove deve essere consegnato. Oggi è sabato, e per i fedelissimi del settimanale

allegato con «Il Tempo» allo stesso prezzo del quotidiano (oltre tremila) l’appuntamento è con l’editoriale di Mario Sechi (che apre il settimanale) il

direttore che, appena arrivato a piazza Colonn a, ha voluto questo articolo.


set242009

Nokia braille reader

Tag: Ausili per disabili e ricerca scientifica, Braille — patrizia @ 10:59 am

Cellulari.it del 17-09-2009

Nokia Braille Reader: SMS a vibrazione per non vedenti.

Nokia Braille Reader è un´applicazione sperimentale apparsa sui Nokia Labs che si rivolge a una platea particolare: i non vedenti. Grazie a questo software gli SMS saranno automaticamente tradotti in linguaggio braille… a vibrazione. Nokia Braille Reader è uno di quei software che lasciano soddisfatti gli utenti, perché ogni tanto un po´ di serietà non guasta: non c´è solo spazio per giochini vari, metal detector, simulatori di sballottolamento di tette, ecc.. ma anche applicazioni davvero utili e per qualcuno indispensabili.

Finora i non vedenti potevano “leggere” gli SMS ascoltandoli grazie alla voce metallica del cellulare, ma per maggiore discrezione e velocità ecco Nokia Braille Reader che cattura gli SMS appena ricevuti traducendoli in braille a vibrazione. Con un feedback tattile basterà passare il dito sullo schermo per leggere le frasi. E´ un´applicazione sviluppata da Nokia, Tampere University e Finnish Federation of the Visually Impaired. Funziona su tutti i S60 5th Edition con touchscreen quindi Nokia N97, 5800 XpressMusic, N97 mini, 5530, 5230 e X6.


giu252009

Nasce “Braille music”

Tag: Arte accessibile, Ausili per disabili e ricerca scientifica, Braille, Come fare per… — patrizia @ 9:45 am

IrisPress del 23-06-2009

Nasce Braille Music, mensile di musica per non vedenti

ROMA. Blues, classica, pop, l´angolo delle alternative rock. Dal prossimo 1 luglio l´editoria per non vedenti allarga gli orizzonti con Braille music, il nuovo periodico interamente dedicato alla musica. Quarantotto pagine, con copertina a colori, una rivista di carattere musicale e discografico, con approfondimenti su concerti, spettacoli e tutto ciò che ruota intorno alla musica.

Braille music nasce da un´idea di Caterina Ferrazza ed è edito dalla Handy Systems, la stessa cooperativa sociale che stampa il Braille news, il primo settimanale d´informazione per non vedenti in edicola. A dirigerlo Angela Francesca D´Atri, già direttore di Braille news. Vic e direttore Fabio Coletta, in redazione con Cristina Fernandes. “Dopo il clamoroso successo di Braille News, – spiega Caterina Ferrazza, presidente Handy Systems, – e le innumerevoli richieste pervenute da tutto il territorio nazionale, oggi un nuova rivista in braille prende vita, una pubblicazione mensile che si prefigge come obiettivo di accrescere l´informazione e la vera integrazione del disabile visivo nel territorio in cui vive. Ho sempre sognato – prosegue Ferrazza – una rivista scritta in braille che parlasse unicamente del mondo della musica e che fosse, oltre ad uno strumento nuovo, anche una opportunità di scelta. Così nasce Braille music la rivista che parla di musica e di concerti in modo diretto, semplice, giovanile ed avvincente”. Alla conferenza stampa di presentazione interverranno il consigliere regionale del Lazio Luigi Celori, già promotore dell´estensione del progetto Braille news a livello regionale; Gilberto Casciani, consigliere comunale d i Roma; Caterina Ferrazza, presidente di Handy Systems; Angela Francesca D´Atri, direttore Braille music e Braille news; Anna Fiorino, giornalista de Il Tempo. Saranno presenti tra gli altri Toto Torquati, suonatore ed arrangiatore di brani come Questo piccolo grande amore, Amore bello, Solo, Pazza idea, Incontro, Più, Sabato italiano, Bimba se sapessi, Roma Roma, Bufalo Bill, Aida, I fischi del vapore e tanti altri;
il cantautore Francesco Forni, compositore di colonne sonore tra cui quella dello spettacolo
teatrale “Gomorra”; il musicologo Emiliano Branda, compositore per Rai Trade; il cantante dei “Detuned”, Nicholas Ciuferri. (MaMo)